next slideTorna alla homepage del blog

Costo camping: dal bungalow alla tenda alla piazzola, ecco tutti i costi di una vacanza in campeggio

Déjeuner en famille à l'extérieur

Chi non ha ripensamenti dell’ultimo minuto giusto prima di fare clic sulla conferma di prenotazione di una vacanza? A volte investiamo i risparmi di un intero anno per due o tre settimane di vacanze estive ed è normale voler essere sicuri di aver fatto la scelta giusta e di aver pagato il prezzo giusto.

Con nuovi siti web di prenotazione vacanze che spuntano in continuazione come margherite, l’ansia provocata dall’avere troppe opzioni a disposizione è diventata un problema sempre più reale negli ultimi anni: così tante scelte di destinazioni e alloggi, con diverse categorie e offerte… Come possiamo essere sicuri di ricevere il valore migliore per il prezzo?

Qui a Campsited, non possiamo elargire consigli su tutti i tipi di vacanza, ma SIAMO esperti di vacanze all’aria aperta.

Per questo, abbiamo preparato questa guida che delinea i criteri principali da valutare durante la scelta di una vacanza all’aria aperta. Lo scopo? Aiutarti a trovare le tariffe migliori per il tipo di campeggio che desideri; per darti la sicurezza di star pagando il prezzo giusto per la tua vacanza; per darti i migliori consigli per una vacanza all’aperto di successo dal primo momento all’ultimo, dalla ricerca al ritorno a casa.

campeggio tenda e macchina

Quanto costa una vacanza in campeggio?

Il settore degli alloggi all’aria aperta ha visto molti cambiamenti negli ultimi dieci anni. Il numero di campeggi è aumentato in modo esponenziale, insieme ai tipi, alle categorie, ai servizi, alle attività e alle aspettative dei clienti.

Le vacanze in campeggio una volta erano semplicemente la scelta più economica per chi aveva un budget ristretto, almeno nel 99% dei casi. Ma oggi la situazione è cambiata: il campeggio “tradizionale” per i campeggiatori hardcore che viaggiano con la tenda in spalla esistono ancora, ma vediamo sempre più glamping a 5 stelle per giovani coppie urbane che vogliono regalarsi un’esperienza unica, famiglie in un grandi motorhome super-accessoriate, e altre situazioni tra i due estremi. Ora quando si cerca un campeggio, si trovano opzioni per tutte le tasche e per ogni livello di comfort.

Car boot full of camping holiday gear - Un coffre de voiture rempli de matériel de camping

Il primo passo fondamentale è usare al meglio tutti i filtri nel motore di ricerca disponibile su ogni pagina di Campsited, che ti permette di inserire una vasta gamma di criteri e di ottenere diversi risultati, e di conseguenza diverse fasce di prezzo, per la stessa destinazione.

Confrontando i risultati e i diversi servizi e comfort per ciascuno dei campeggi presenti, potrai valutare il rapporto tra questi ultimi e il prezzo, e di conseguenza assicurarti di pagare la tariffa corretta per il soggiorno dei tuoi sogni.

Una volta fatta questa ricerca, dovrai definire le tue priorità: determina su cosa preferisci risparmiare e dove invece vuoi coccolarti un po’ anche a costo di spendere qualcosa in più.

Categoria di campeggio

Dal campeggio più essenziale, senza intrattenimento o attività e una disponibilità minima di servizi, ai campeggi a 5 stelle meglio equipaggiati (alcuni dei cosiddetti “hotel all’aria aperta” hanno persino il parrucchiere in loco, per esempio!), il prezzo di un alloggio può duplicare o persino triplicare.

Ovviamente, il numero di stelle della struttura è (o dovrebbe essere) direttamente proporzionalmente alla quantità e qualità di servizi e quindi al prezzo. Come orientarsi? Segui la guida per determinare il budget corretto per il campeggio.

  • Campeggi a 1 stella: sono i più economici ed essenziali, devono garantire almeno la pulizia delle piazzole e delle aree comuni. Spesso sono dotati solo di piazzole e parcheggio, senza alloggi come bungalow o chalet né ulteriori servizi a parte i bagni o un’area cucina.
  • Campeggi a 2 stelle: anch’essi sono piuttosto economici, ma offrono più servizi, quali un’area giochi per bambini e una connessione a internet, non sempre affidabile, nelle aree comuni. L’intrattenimento e le attività offerte sono pressoché assenti o rare.
  • Campeggi a 3 stelle: spesso considerati la soluzione migliore per un budget medio, offrono piazzole semplici piccole o grandi, con la possibilità di attacco all’elettricità, e anche opzioni di alloggio tipo case mobili o bungalow. Sono spesso presenti inoltre bar o alimentari, ristorante, piscina e persino il mini-club in quelli più attrezzati. Da questa categoria di campeggi il prezzo sale e inizia concretamente a fluttuare. Per questo è bene analizzare la lista di risultati dati dal nostro strumento di ricerca e mettere a confronto le liste di servizi dei vari campeggi, la relativa differenza di prezzo, la posizione, e così via.
  • Campeggi a 4 stelle: a volte hanno prezzi piuttosto alti, ma permettono di godere di una varietà di alloggi di alta qualità, strutture e attività. Inoltre, includono spesso negozi, informazioni alla reception su escursioni, sport in loco, e altri comfort. Il vantaggio principale di solito è la gamma più ampia di alloggi a disposizione, da piazzole semplici con e senza elettricità e/o smaltimento delle acque di scarico (per camper e motorhome), a una serie di sistemazioni quali case mobili, chalet e bungalow in grado di ospitare intere famiglie e gruppi di amici, con o senza aria condizionata, terrazza, giardino ammobiliato, veranda, ecc.

attività all'aria aperta per bambini

  • Campeggi a 5 stelle: infine, in cima alla piramide delle strutture all’aria aperta, ci sono i campeggi a 5 stelle, che sono di fatto strutture di lusso o glamping. Oltre a sistemazioni di altissima qualità, includono un ampio ventaglio di servizi e alloggi molto comodi. Sono i più cari a disposizione, ma in fin dei conti anche nel mondo dei campeggi, il lusso ha il suo prezzo.

Se un campeggio che appare tra i risultati della tua ricerca non sembra soddisfare i criteri della categoria, fai attenzione e considera altre opzioni.

Quali spese devo tenere in considerazione per una vacanza in campeggio?

Oltre alla categoria del campeggio, il tipo di alloggio e la destinazione (una meta sulla costa o nelle località di montagna più popolari spesso è più cara di una struttura equivalente nell’entroterra), ci sono altri criteri da tenere in considerazione.

Ecco una breve panoramica delle spese variabili che possono influire sul prezzo della tua vacanza all’aria aperta.

  • Periodo dell’anno: se vuoi viaggiare in alta stagione, devi per forza aspettarti prezzi più alti. In Italia i mesi di luglio e agosto sono i più ambiti, con il periodo intorno a Ferragosto che registra il picco di turisti in vacanza. Nelle località montane, anche il periodo tra Natale e Capodanno tende a far registrare prezzi più alti della norma. Se puoi, prova a organizzare le vacanze nelle stagioni di transizione come la primavera e l’autunno: le temperature sono più clementi, le destinazioni sono più tranquille, ed è molto più probabile trovare delle ottime offerte per mantenere i costi contenuti. Dai un’occhiata alle nostre offerte speciali in Italia.
  • Quando prenoti: di solito, prenotare con largo anticipo aumenta le possibilità di ottenere tariffe scontate o agevolate e offerte sulle prenotazioni anticipate (le cosiddette “early booking“). Se però non riesci a deciderti o vuoi partire per un weekend o una mini-vacanza improvvisata, non dimenticare di controllare le offerte dell’ultimo minuto! Spesso, infatti, per riempire le proprie strutture in bassa stagione, campeggi e alloggi scontano le proprie tariffe anche fino a 48 ore prima delle date stesse di soggiorno. Tieni gli occhi aperti e sfruttale al massimo!
  • La destinazione: in Italia, in generale i prezzi si alzano man mano che ci si avvicina al mare. Le coste italiane sono rinomate e durante la stagione estiva i litorali vengono presi d’assalto, con un conseguente aumento dei prezzi non solo degli alloggi, ma di tutti i servizi e ristoranti. Puglia, Toscana, Liguria e le isole sono mete che fanno soffrire particolarmente il portafoglio in estate, ma che si rivelano invece ottime soluzioni per godersi il mare senza le folle e senza rompere il salvadanaio nelle altre stagioni.

Per mantenere le spese contenute, cerca le regioni “verdi” nell’entroterra. Molto meno affollate anche in alta stagione, le regioni collinari e pianeggianti del centro – Umbria, Toscana, Lazio, Abruzzo, Marche – nascondono gemme incantevoli che ti lasceranno a bocca aperta. Spesso sono proprio queste destinazioni a regalarci i momenti più memorabili di una vacanza. E poi, vedere nuove mete fuori dai sentieri battuti senza spendere una fortuna è la quintessenza della vera avventura all’aria aperta.

  • Cibo: alcuni campeggi offrono ristoranti, bar, pizzerie, gelaterie, pasticcerie… Sappiamo che può essere difficile resistere alla comodità di un pasto o di una merenda pronta, tanto più se in offerta ci sono piatti prelibati della cucina tipica o delizie come il gelato e in vacanza con te ci sono dei bambini. Per mantenere bassi i costi, tuttavia, una delle migliori strategie è fare la spesa al supermercato e preparare i pasti direttamente in campeggio. Ricorda di controllare o di chiedere allo staff della struttura dove si trovano gli alimentari o i supermercati più vicini e dividi il lavoro tra tutti i membri della comitiva: cucinare in gruppo, oltre che economico, può essere divertente!

picnic campeggio

  • Attività: nei campeggi più equipaggiati considera i pacchetti all-inclusive, con l’intrattenimento e le attività previste all’interno del campeggio incluse nel prezzo. Seppur più cari delle opzioni che prevedono unicamente l’alloggio, potrebbero rivelarsi un buon modo per risparmiare se ami le vacanze dinamiche e desideri fare il pieno di escursioni, sport e attività ogni giorno. Se viaggi con i bambini, inoltre, molti campeggi offrono il servizio di mini-club, che potrebbe essere più economico con una formula all-inclusive rispetto a una tariffa separata.

Campsited ti permette di mettere a confronto tutti questi aspetti della tua vacanza in modo facile e intuitivo all’interno dei risultati di ricerca, grazie anche alle descrizioni complete dei servizi di ciascun campeggio. Sii paziente nella fase di ricerca e pianificazione e riuscirai a organizzare una vacanza perfetta senza rimanere al verde.

Ora che sai come trovare la tariffa migliore, inizia a confrontare le opzioni per la tua prossima vacanza in campeggio!

Domande frequenti sui prezzi del campeggio

Quanto costa una settimana di campeggio?

Dare dei prezzi accurati e universali per una settimana in campeggio è praticamente impossibile, visto che le tariffe oscillano in modo consistente a seconda delle tue esigenze. Una piazzola per 2 adulti e 2 bambini in bassa stagione può avere prezzi piuttosto contenuti, tra i 100 e i 200 euro per campeggi fino a 3 stelle, mentre nel caso di bungalow in campeggi a 4 o 5 stelle le tariffe possono facilmente raddoppiare o persino triplicare.

Quanto costa in media un campeggio?

Il prezzo effettivo di un soggiorno in campeggio è la somma di diverse variabili, quali il numero di persone tra adulti e bambini (questi ultimi di solito pagano meno o alloggiano gratis sotto una certa età), il tipo di sistemazione scelta tra tenda (piccola o grande), camper, bungalow e così via, presenza o meno di un veicolo, necessità o meno dell’elettricità in piazzola, animali da compagnia, eventuali servizi extra e in generale dipendono dal numero di stelle e dall’ubicazione del campeggio in questione. Dai 5 euro di una notte in tenda per una persona a tariffe anche superiori a 100 euro a notte per coppia in un campeggio o glamping di lusso, tutto dipende dal tipo di vacanza che desideri.

Quanto costa una notte in campeggio in tenda?

Il campeggio in tenda è la forma di soggiorno più economica sul mercato dopo il campeggio libero (che però ha regole molto severe e non è permesso dappertutto, informati bene con il comune di destinazione per evitare multe salate). Anche in questo caso, il prezzo dipende da diversi fattori: grandezza della tenda, numero di persone, presenza o meno di un veicolo.

campeggio di notte con tende
Se arrivi in solitaria con la tenda sulle spalle, il prezzo di una notte in campeggio parte da soli 5 euro in alcune zone e può arrivare a circa 20 euro nelle aree maggiormente turistiche e nei campeggi più lussuosi in alta stagione. La tariffa si alza in proporzione se hai bisogno di un posto macchina, se hai una tenda grande che necessita di una piazzola di dimensioni maggiori, se viaggi con un gruppo numeroso, e così via.

Quanto costa stare in campeggio tutto l’anno?

Senza contare le spese di manutenzione di un mezzo come il camper (assicurazione, revisioni, bollo, varie ed eventuali), i campeggi che stanno aperti tutto l’anno prevedono convenzioni fortemente scontate per chi desidera soggiornarvi tutti i 12 mesi. I prezzi ovviamente variano a seconda dei servizi disponibili e il numero di stelle del campeggio, ma esistono offerte a partire da circa 2000 euro annui per piazzole standard con posto macchina incluso. Ricordati di verificare sempre con il campeggio cosa è incluso nel forfait annuale e cosa no per evitare malintesi e/o spiacevoli sorprese. Inoltre, prima di prendere un impegno così a lungo termine, passa almeno qualche settimana nella struttura per assicurarti che sia compatibile con le tue esigenze e stile di vita.

  • Una scelta vastissima

    Campeggi di tutti i tipi
  • Filtri e recensioni verificate

    Per trovare la tua vacanza ideale
  • Veloce, efficiente, sicuro

    Per prenotazioni e pagamenti

Le migliori offerte inviate direttamente alla tua casella di posta

Customer support